Resetta la tua Password

L'indirizzo email address associato al tuo account.

Perché registrarsi?

Anonimo. Pieno controllo delle tue rivelazioni

Anonimato garantito. Puoi aggiornare/modificare o cancellare i tuoi scritti quando vuoi.

Notifiche

Acconsenti di ricevere notifiche via mail su risposte alle tue rivelazioni.

Annunci

Vuoi mettere un annuncio su questo sito? Comincia con la registrazione.

Hai una storia HOT da confessare? Raccontaci tutti i particolari ...

Per postare una confessione devi prima Registrarti o Entrare - è facile e sicuro e basta il tuo indirizzo e-mail. Clicca il pulsante ENTRA per iniziare.

Confession Image

Sono un ragazzo di 18 anni e ho una sorella maggiore di 20 anni. Sono sempre stato affascinato da video/racconti di padrone che dominano schiavi. Un giorno,stavo guardando un video di una padrona che stava sculacciando uno schiavo e mi accorsi di non aver chiuso a chiave la porta. Non feci in tempo a pensarlo che entrò mia sorella e vide tutto. Mi toccò e mi disse:" Sai io ho la passione contraria, mi piace essere padrona e dominare gli uomini;ti andrebbe di diventare il mio schiavetto personale e di farti sculacciare ogni volta che io ne abbia voglia?". Io ero un po' imbarazzato e impaurito dalla richiesta,ma allo stesso tempo anche molto eccitato all'idea; e così decisi di accettare l'offerta. Mia sorella cambiò tono di voce e con fare arrabbiato indicò le sue gambe e mi disse:" sdraiati immediatamente sulle mie gambe, per oggi ti darò solo 200 sculacciate perché non sei ancora abituato,ma col passare del tempo ti farò pentire di non avermi mai parlato di questa tua passione." Adesso mi faceva molta paura,ma obbedì immediatamente e mi sdraiai sulle sue ginocchia. Iniziò a sculacciarmi fortemente e dopo circa 50 sculacciate già mi faceva male il sedere. Ad un tratto si fermò e disse:"Alzati e levati i pantaloni,le prossime 50 le prenderai senza pantaloni ma con le mutande." Feci ciò che mi ordinò e lei iniziò la nuova serie con ancora più forza di prima,e io sentì ancora più dolore. Finirono anche quelle 50 sculacciate,si fermò ancora e mi ordinò di levarmi le mutande rimasi a culo nudo sulle sue ginocchia,con il pene arrapato, lei vide il mio sedere ed esclamò:"Wow,ho fatto proprio un buon lavoro,è rosso come un pomodoro,e mancano ancora 100 sculaccioni,l'avevo detto io che ti saresti pentito" E riprese a sculacciarmi. Ormai non ce la facevo più,ma dovevo resistere,quando dopo altri 50 fortissimi sculaccioni si fermò ed esclamò:"Aspettami qui,vado a prendere il cucchiaio di legno". Io in lacrime la pregai di non farlo,ma lei con uno schiaffo in faccia mi azzittì e mi disse:"Se piangi ancora aumento la dose." Aspettai quel minuto che mi sembrò eterno,ma la paura mi riportò con la mente attenta quando sentì i passi di mia sorella salire le scale. Entrò e iniziò a sculacciarmi col cucchiaio di legno ed io col sedere dolorante dopo solo 10 sculaccioni iniziai a piangere e ricevetti le ultime 40 sculacciate in lacrime. Sembravano non finire più,ma ad un certo punto mia sorella si fermò e mi disse:"Adesso nudo ti metti in punizione all'angolino,lurido schiavo,e ricorda che questo sarà il tuo trattamento ogni volta che io ti ordinerò di fare qualcosa e tu ti rifiuterai di farla o non la farai per bene,Schiavo." Poi se ne andò,e io mi masturbai ripensando a quella situazione,dolorosa ma eccitante.Da quel giorno faccio io molte faccende di casa o cose per la mia sorella-padrona,ma certe volte sgarro perché mi eccita troppo prenderci qualche sculaccione da mia sorella.


Il tuo nome è facoltativo. Tutti gli altri campi sono richiesti. HTML non ammesso e sarà salvato come testo normale.
Moderazione commenti On. Filtro volgarità è Off.

Raccontati — In Totale Anonimato.

Rimani aggiornato, Iscriviti alla nostra mailing list

Inserisci un indirizzo email su cui vuoi ricevere le notifiche.
Noi rispettiamo la privacy e il tuo indirizzo non verrà  mai trasmesso a nessuno.